Bafta 2013: i migliori e i peggiori look sul red carpet

Come ogni anno si sono tenuti a Londra, domenica 10 febbraio, i BAFTA Awards.
Quest’anno sul red carpet, all’ingresso della Royal Opera House, ha prevalso lo stile classico del black and white  fatta eccezione  per il blu elettrico firmato Roland Mouret della rossa Jessica Chastain, l’imbarazzante chioma rosa confetto della ormai over60 Helen Mirren e le mise di Marion Cotillard e Andrea Riseborough entrambe in un “sobrissimo” giallo.

E’ proprio l’attrice parigina Marion Cotillard, a mio parere, a dover essere immortalata tra le miglior vestite all’evento londinese con il suo splendido Dior, impreziosito da un collier Herry Winston e da un lipstick rosso forte che si abbina alla perfezione con l’abito, il cui giallo  non stona affatto con il suo incarnato.

Non si può certo dire lo stesso del look della povera Andrea Riseborough il cui pallido colorito contrasta con il giallo un po’ spento del suo Vivienne Westwood.

Un 10 pieno va invece alla vincitrice del premio “miglior attrice non protagonista” Anne Hathaway che ha sfilato sul tappeto rosso in Burberry. L’ abito, tempestato di borchie nella parte superiore e  dalle linee semplici ed essenziali dona all’attrice un’ indiscussa eleganza, inoltre nonostante sia privo di scollature appare molto femminile e moderno come stranamente risulta anche il suo nuovo taglio di capelli, sebbene in origine richiami ad uno stile maschile. Un particolare da non trascurare, che ha reso l’outfit davvero originale, è la rigida pochette con la stampa raffigurante “Les Miserables“ di Victor Hugo opera da cui è tratto il film musical per il quale è stata premiata .
Pollice in su anche per le attrici Sarah Jessica Parker e Amy Adams, del resto come si può sbagliare indossando un Elie Saab?

Bocciata senza ombra di dubbio invece è la bella Gemma Arterton che indossa un abito di Celia Kritharioti couture a righe orizzontali e mono-spalla, un connubio che la rende di sicuro poco armoniosa  nelle sue  forme, penalizzandone in particolare modo le non esili braccia e  spalle. Un ulteriore caduta d stile è sicuramente la quasi totale assenza di accessori che rendono il look oltre che poco elegante anche molto insignificante.

Ma il titolo di peggior vestita va di sicuro alla nominata a “ miglior attrice emergente” Elisabeth Olsen che indossa uno Chanel, a mio modesto parere, non degno di questo nome. L’abito ha infatti una linea poco aggraziata che non valorizzerebbe nessun corpo femminile, il capo è inoltre  interamente ricoperto di applicazioni argentate che abbinate alle piume lo rendono eccentrico e di cattivo gusto.

Nonostante qualche caduta di stile, le Star che hanno presenziato ai Bafta si sono come al solito affidate a grandi nomi che sappiamo essere quasi sempre una garanzia, ad eccezione di quei casi che per l’appunto confermano la regola!

The following two tabs change content below.

Rossella Amato

Studentessa di moda e design presso l'Accademia della moda di Napoli,che si occupa della sezione " Fashion Corner " su the voice over. it

Rispondi