Una notte da leoni 3: intervista a Zack Galifianakis e Heather Graham

L’attesissimo capitolo finale della trilogia di “Una notte la leoni” arriverà finalmente nelle sale domani 30 Maggio.

Per l’occasione, vi proponiamo di seguito l’intervista a Zach Galifianakis (Alan) e Heather Graham (Jade).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cosa hai pensato quando hai saputo che avrebbero girato un terzo episodio di Una Notte da Leoni e quale è stata la tua reazione quando hai letto la sceneggiatura?

Proprio come il primo ha portato alla realizzazione del secondo, con il successo di quest’ultimo sembrava inevitabile un terzo. Quando abbiamo girato il secondo sentivo che mancava la conclusione, per questo sono stato contento del terzo episodio.

Cominciando da Alan, il tuo personaggio, c’era qualcosa in particolare che avresti voluto in questo film, ultimo episodio della trilogia?

La cosa che credo sia bella vedere in questo film è che Alan è costretto a mettersi in discussione. Inoltre, nel film suo padre muore. E’ bello seguirlo in questo percorso. Nei primi film non esisteva questo aspetto, Alan lo conosciamo per le sue battute e le gag, nel terzo episodio andiamo più a fondo nella sua psiche e capiamo come viene percepito dagli altri. Assistiamo al suo tentativo di diventare più maturo, cosa che è divertente perché non è così semplice…

E qual è il tuo percorso nel film?

Be’ non ci sarebbe stato alcun percorso se i ragazzi non lo avessero spinto a fare i conti con se stesso. Parte tutto da loro. Cercano di aiutarlo e da lì parte la storia. Quindi c’è qualcosa di più del solo divertimento. In fondo la storia di Alan è “Ehi Alan, sei un casinista. La vita potrebbe essere migliore se non rovinassi tutto. Devi rendertene conto.’

E’ stato bello recitare in questo ruolo e cercare di renderlo divertente. Non vedo l’ora che possiate vederlo!

Come è stato tornare a lavorare con i ragazzi, Bradley Cooper, Ed Helms e Justin Bartha? Si è ricreato subito lo stesso feeling?

ZACH GALIFIANAKIS: Subito. Andiamo molto d’accordo e ci divertiamo insieme. Ci sono ovviamente alcuni momenti di tensione, come in tutti gli ambienti di lavoro. Todd ci ha scelti proprio perché sapeva che ci sarebbe stato un buon rapporto tra noi. Questo rende le cose più semplici e mi piacerebbe molto girare con loro altri film. Sarebbe davvero divertente.

E per quanto riguarda Todd, fino ad ora avete girato quattro film insieme. Come è andata?

ZACH GALIFIANAKIS: Benissimo. Non sapevo molto di Todd, ma abbiamo girato 4 film insieme e vorrei che ce ne fossero altri anche perchè abbiamo in comune il sense of humour: ci piace far ridere le persone nei momenti meno adeguati tanto che non riescono a capire perchè ridono.

Mi ha cambiato la vita. Sono stato fortunato.

C’è stato un momento preferito durante le riprese o qualche scena che ti è particolarmente piaciuto girare?

ZACH GALIFIANAKIS: Vi giuro che ho amato ogni giorno sul set di tutti e 3 i film. Ti svegli e non vedi l’ora di iniziare perché sai già che ci saranno momenti di grandi risate durante la giornata. E non capita sempre quando si lavora. Quindi che dire…è stato fantastico. Ad esempio tirare una palla da baseball in mezzo al deserto con Justin Bartha è piacere puro, potersi rilassare con i ragazzi è stato stupendo…ci siamo divertiti molto, è stata una splendida esperienza lavorativa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cosa ti è passato per la mente quando ti è arrivata la prima telefonata da Todd Phillips per dirti “Jade tornerà in Una Notte da Leoni 3”?

HEATHER GRAHAM: Ero contentissima. Ero impaziente di rivedere tutti e di vedere come sarebbe venuta la sceneggiatura. Mi ha detto “abbiamo inserito il tuo personaggio”, ma non sapevo cosa stesse scrivendo, quindi non vedevo l’ora di leggerlo.

E la tua reazione quando hai saputo cosa le succede in questo film? Era questo che volevi per Jade?

HEATHER GRAHAM: E’ divertente, è dolce. Mi piace. Todd sa essere imprevedibile e divertente, ma mi piace il fatto che a volte ha delle cose tenere nei suoi film. Sono contenta che l’abbia riportata in un modo tenero.

Com’è stato tornare insieme ai ragazzi del cast: Bradley Cooper, Ed Helms, Justin Bartha e Zach Galifianakis?

HEATHER GRAHAM: Beh, avevamo delle roulotte molto più belle, quindi mi è piaciuto!!!! E c’era un bar con i succhi di frutta. Non avevamo un bar nell’altro film, e stavolta potevamo avere tutte le spremute che volevamo. Ho pensato: “mio Dio, hanno davvero migliorato tutto sul set”.

Todd ci ha anche raccontato che il ragazzino che interpretava tuo figlio neonato nel primo episodio è tornato nei panni di tuo figlio.

HEATHER GRAHAM: Sì, è molto bello. Il ragazzino che fa la parte di mio figlio è il bimbo del primo episodio, ed i suoi genitori sono bellissime persone, hanno riportato le foto del primo film con me in posa insieme a lui. Molto dolce…

Come è stato lavorare con Todd?

HEATHER GRAHAM: E’ aperto a tutti i suggerimenti ma allo stesso tempo si prende la responsabilità di tutto. E’ divertente lavorare con degli attori così simpatici e con Todd…è fantastico vedere come riescano ad improvvisare.

Todd ha detto che sei stata “un raggio di luce” in questi film.

HEATHER GRAHAM: Ma che carino!

Qual è stata la sensazione nel tornare su questo set?

HEATHER GRAHAM: Penso che, da un lato, tutti si sentano molto sicuri perché è una saga di successo e sembra essere tornati al primo episodio. Le stesse dinamiche, le stesse vibrazioni, le persone si vogliono bene. Penso che siano tutti ottimi amici.

In generale impari qualcosa dai personaggi che intepreti? Metti qualcosa di te stessa in ciascuno?

HEATHER GRAHAM: Beh, penso che sicuramente finisci per mettere dei pezzi di te stessa nei personaggi. Una delle cose più belle dell’essere un’attrice è che impari molto riguardo a molti tipi differenti di persone e di modi di vivere, giri il mondo ed impari. E poi ti capita di andare a Las Vegas e girare per posti assurdi insieme a questi attori comici così divertenti.

Ho appena lavorato ad un film in cui interpretavo in una donna che manovra un montacarichi, un vero montacarichi nei campi di mais dell’Illinois. Viaggi e impari cos’è la vita di molte persone differenti. Ed è davvero divertente.

Hai lavorato insieme ad attori incredibili, come Eddie Murphy, Steve Martin e i ragazzi di Una Notte da Leoni. Cosa ti porti dietro da queste esperienze?

HEATHER GRAHAM: A volte è semplicemente divertente recitare con queste persone. C’è anche un aspetto che ti può rendere nervosa, perché ci tieni moltissimo a fare un buon lavoro. Ma divertirsi è la chiave.

Hai delle scene con Ken Jeong, che interpreta Chow, in questo film?

HEATHER GRAHAM: No, ma lo frequento come amico, ci si vede abbastanza spesso ed è una gran bella persona. La sua storia è meravigliosa: era un dottore ed ha deciso di diventare un attore a 40 anni. E adesso è in grandi film. Bella storia, vero?

Nel primo film non doveva essere nudo, ma alla fine ha deciso di girare la scena in quel modo ed è stato un momento davvero comico.

A cosa pensi che sia dovuto il successo dalla saga?

HEATHER GRAHAM: Penso che i film siano davvero divertenti. Todd è un ottimo regista, realizza grandi commedie e sa come essere crudo. Molte volte, nei film, i personaggi sono troppo delle brave persone, e qui non è decisamente così. Ma sono abbastanza “brave persone” perché lo spettatore li apprezzi. E’ fresco, originale.

Sinossi

Questa volta non c’è nessun matrimonio. Nessuna festa di addio al celibato. E allora cosa può mai andare storto?
Ma quando ci sono di mezzo i nostri eroi, non si può mai stare sicuri.
In Una notte da leoni 3 ritroviamo  Bradley Cooper, Ed Helms, Zach Galifianakis e Justin Bartha nelle parti di Phil, Stu, Alan e Doug.  Troviamo nuovamente nel cast anche Ken Jeong nella parte di Mr. Chow, Heather Graham che interpreta  Jade, e Jeffrey Tambor nella parte del padre di Alan, Sid. Nel cast anche  John Goodman.
Phillips dirige questo film tratto da una sceneggiatura che ha co-scritto insieme a Craig Mazin, che ha collaborato con lui anche alla sceneggiatura di “Una notte da leoni 2.”  Phillips è anche il produttore del film con la sua casa di produzione,  la Green Hat Films e insieme a Dan Goldberg.  Thomas Tull, Scott Budnick, Chris Bender e J.C. Spink sono i produttori esecutivi.
Anche la squadra dei creativi “dietro le quinte” è la stessa dei primi due episodi della serie: il direttore della fotografia Lawrence Sher, la montatrice Debra Neil-Fisher e la costumista  Louise Mingenbach.  Insieme a loro troviamo lo scenografo Maher Ahmad (“Gangster Squad”) e il montatore Jeff Groth (“Project X”). Le musiche sono state composte da Christophe Beck.

The following two tabs change content below.

Marika Micalizzi

Laureata in Scienze della Comunicazione e appassionata di cinema, adora l'inglese e vorrebbe trasferirsi presto all'estero per studiare regia. Su theVoiceOver gestisce la posta elettronica e, insieme a Silvia, si occupa della sezione Movie Trivia.

Rispondi