Bling Ring, la nostra recensione

Ieri 17 Settembre si è tenuta a Roma la proiezione stampa di Bling Ring, il nuovo film scritto e diretto da Sofia Coppola (Oscar alla Migliore Sceneggiatura nel 2004), con protagonisti Emma Watson, Taissa Farmiga, Israel Broussard, Katie Chang e Claire Julien.

Alla proiezione è poi seguita la conferenza stampa con la regista.

TheVoiceOver ha preso parte ad entrambi gli eventi. Di seguito potete leggere la nostra recensione.

 

Circa 14 anni dopo “Il giardino delle vergini suicide”, Sofia Coppola torna a trattare in un film uno dei suoi temi preferiti: quello dell‘adolescenza. Ma come lei stessa ha specificato durante la conferenza stampa di Bling Ring, tenutasi ieri alla Casa del Cinema di Roma, gli adolescenti del film del ’99 sono totalmente l’opposto di quelli del film di quest’anno. Mentre i primi erano ragazzi innocenti, i secondi sono degli esperti.
Ma in realtà, “Bling Ring” potrebbe essere considerato la sintesi perfetta dei precedenti lavori dell’acclamata regista. Il senso di vuoto che si nasconde dietro la fama in “Somewhere” e l’adorazione del lusso in “Marie Antoinette” tornano a farsi sentire anche in questo nuovo film.

Tratto da una storia vera e basato sull’articolo di Vanity Fair “The Suspects Wore Louboutins”, scritto dalla giornalista Nancy Jo Sales, “Bling Ring” racconta con oggettività e senza imporre nessuna opinione personale le vicende di cinque ragazzi che, non contenti della loro vita già fatta di party e abiti griffati, decidono di intrufolarsi nelle ville delle loro celebrity preferite per rubare vestiti, borse e gioielli, ma soprattutto per sentirsi parte del loro mondo.
A fare da sfondo alle abitudini sfrenate dei cinque ragazzi, una Los Angeles by night (ottima la fotografia) e una colonna sonora ad hoc, firmata da Rihanna, Kanye West, Chris Brown, Sleigh Bells e molti altri.

Il film segue la storia del timido e introverso Marc (Israel Broussard), trasferitosi da poco in una nuova scuola. Per non sentirsi un pesce fuor d’acqua, Marc decide di accettare l’invito di Rebecca (Katie Chang), spietata e manipolatrice, che lo introduce al mondo dei party, della droga e dei furti ai danni delle star.
Così, insieme ad altre tre ragazze, Nicki (una più che convincente Emma Watson), Sam (Taissa Farmiga) e Chloe (Claire Julien), la gang si documenta tramite internet sugli impegni delle celebrità per poi decidere quando attuare i vari colpi.

Tra le vittime Orlando Bloom, Audrina Patridge, Rachel Bilson, Brian Austin Green, Lindsay Lohan e Paris Hilton, che ha messo a disposizione la sua mega villa (con annessi armadio delle scarpe e night club) per le riprese del film.
Ma tre milioni di dollari e un video della sorveglianza dopo, le conseguenze arrivano anche per il Bling Ring (così fu soprannominata la gang). Ma se queste conseguenze si rivelassero proprio ciò che questi ragazzi volevano sin dall’inizio? Dopotutto adesso si parla di loro e anche i loro nomi sono finalmente affiancati a quelli delle celebrity che tanto adoravano.
Quindi non sorprende sentire Rebecca chiedere alla polizia cosa ne pensasse Lindsay Lohan su tutta la faccenda, o Nicki pubblicizzare il suo sito web dopo aver scontato i mesi di reclusione.
Per quanto riguarda lo stile, la Coppola non rinuncia ad una sceneggiatura molto essenziale, come d’altronde ha già fatto con i suoi film precedenti, e sequenze da videoclip, spesso anche al rallenty, dove è la musica sola a prevalere.
E’ un progetto sicuramente riuscito quello di Sofia Coppola, che non punta il dito contro i suoi protagonisti, ma fa sì che lo spettatore osservi la storia dall’esterno per poi farsi una propria idea e decidere da solo se condannare questi ragazzi o empatizzare con loro.

Bling Ring uscirà nelle sale il 26 Settembre, distribuito da Lucky Red.

A presto con il resoconto della conferenza stampa.

The following two tabs change content below.

Marika Micalizzi

Laureata in Scienze della Comunicazione e appassionata di cinema, adora l'inglese e vorrebbe trasferirsi presto all'estero per studiare regia. Su theVoiceOver gestisce la posta elettronica e, insieme a Silvia, si occupa della sezione Movie Trivia.

Rispondi