Il cacciatore di donne, la recensione

“Sai è da tutta la vita che sogno di potermi fidare di qualcuno” dice Cindy Paulson (Vanessa Hudgens), spaventata e sofferente in un letto d’ospedale, al poliziotto Jack Halcombe (Nicolas Cage).

Cindy è una ragazza di strada, tira avanti facendo la prostituta, una bambina cresciuta troppo in fretta che trascina con se i demoni della sua infanzia. Uno sfortunato giorno la giovane donna si imbatte in un uomo che le offre una rilevante cifra di denaro per le sue prestazioni e così lei accetta senza pensarci due volte. E’ così che la sua già insopportabile vita diventa un inferno. Incatenata, torturata, stuprata, finché non riesce miracolosamente a scappare. Il detective Halcombe si batterà per lei, si batterà per tutte le donne massacrate e uccise da quest’uomo. Robert Hansen (John Cusack) è il suo nome, Halcombe sa che è lui il mostro, ma deve trovare il modo di incastrarlo.

Il-cacciatore-di-Donne

Il film scritto e diretto dall’esordiente Scott Walker ripercorre fatti realmente accaduti nell’Alaska degli anni ’80, a quel tempo terrorizzata per gli omicidi compiuti.

Non è difficile notare come nei movimenti della macchina da presa sembrino alternarsi due volontà: da una parte l’intenzione di una regia che vuole essere meno invadente possibile, che vuole sostituirsi allo sguardo nel modo più naturale (anche esagerando, forse in modo un po’ inesperto, con la camera a mano), e dall’altra una regia che con campi lunghissimi e riprese dall’alto vuole intimidire dinanzi alle sconfinate distese di ghiaccio (The Frozen Ground, cioè “Il terreno Ghiacciato”, è appunto il titolo originale) desolanti e quasi minacciose, simbolo della paura e della disperazione che segnano l’intera pellicola ma soprattutto i reali avvenimenti.

Un paesaggio freddo e immobile come lo sguardo di Hansen/Cusack dinanzi alle sue vittime: un ruolo non facile, con pochi dialoghi, dove la comunicazione con lo spettatore si concentra soprattutto nelle espressioni del volto. Una bella prova per l’attore americano che intimorisce nel suo ruolo di cacciatore di donne.

il cacciatore di donne

Da ricordare senza dubbio la performance di Cage, che dà vita sul grande schermo ad un eroe vivente, un uomo che ha lottato spinto dal senso di giustizia, dal dolore e da una forte umanità che traspare nel suo sguardo triste, preoccupato e paterno che rivolge all’indifesa Cindy in quella stanza d’ospedale. Ma alterna tutto ciò a momenti di grande rabbia e determinazione; Cage sa gestire bene la sua voce, la cui intonazione è accuratamente modulata.

Ma la grande rivelazione è stata sicuramente Vanessa Hudgens che riesce con ottimi risultati “a vestire dei panni difficili da indossare”, quelli di una ragazza sola e perduta, incatenata a una vita che non vuole. La giovane attrice regala una bella interpretazione, mostrando una forte espressività.

L’intero progetto punta a stimolare la tensione sofferta dallo spettatore, ma in questo processo emotivo le musiche di Lorne Balfe giocano un ruolo da protagonista, incorniciate nella spenta ed a volte opprimente fotografia (come giusto che sia in una realtà così intrisa di sofferenza).

The-Frozen-Ground

Un film da vedere, non solo per l’aspetto qualitativo che non delude, ma per la sua importanza nell’aver rappresentato un tema così attuale come la brutale violenza nei confronti delle donne (il film è dedicato a tutte le vittime, ricordate singolarmente nei titoli di coda); ma soprattutto la volontà di mostrare una storia reale in un momento in cui il cinema offre tanta fiction centrata su eroi immaginari e non farebbe male al giorno d’oggi ricordare che anche tra noi poveri mortali ogni tanto spunta un eroe.

Il cacciatore di donne diretto da Scott Walker, con Nicolas Cage, John Cusack e Vanessa Hudgens, arriverà nelle sale cinematografiche domani 3 Ottobre 2013.

The following two tabs change content below.

Silvia Piccoli

Studentessa in Scienze della Comunicazione con una grande passione per il cinema, si occupa dell'amministrazione di TheVoiceOver.it ed in particolare gestisce le sezioni Film (Clip e Featurette), Movie Trivia e Premi/Festival.

Rispondi