Ecco i vincitori degli Indipendent Spirit Awards

Si sono svolti ieri notte, 1 Marzo, cioè 24 ore prima degli Oscar, gli Indipendent Spirit Awards, premio cinematografico riservato ai film con un budjet inferiore ai 20 milioni di dollari. A trionfare è stato di gran lunga la pellicola di Steve McQueen, 12 anni schiavo, che è risultato vincitore nella maggior parte delle categorie. Cosa alquanto facile visto che non contendeva i premi con pellicole come American Hustle, Gravity o The Wolf of Wall Street, i quali sono stati girati con un budjet nettamente superiore a quello stabilito per concorrere agli Indipendent.

Indipendent spirit awards

Qui di seguito trovate le varie categorie con i rispettivi vincitori.

  • Best First Screenplay: Bob Nelson, “Nebraska”
  • Best Supporting Male: Jared Leto, “Dallas Buyers Club”
  • Best First Feature: “Fruitvale Station”
  • Best Editing: “Short Term 12″
  • Robert Altman Award: Jeff Nichols and the cast of “Mud”
  • Best Screenplay: John Ridley, “12 Years A Slave”
  • John Cassavetes Award: “This Is Martin Bonner”
  • Best Cinematography: “12 Years A Slave”
  • Best Supporting Actress: Lupita Nyong’o, “12 Years A Slave”
  • Best International Film: “Blue Is The Warmest Color”
  • Best Documentary: “Twenty Feet From Stardom”
  • Someone to Watch Award: Shaka King (“Newlyweeds” director)
  • Best Director: Steve McQueen, “12 Years A Slave”
  • Best Actress: Cate Blanchett, “Blue Jasmine”
  • Best Actor: Matthew McConaughey, “Dallas Buyers Club”
  • Best Feature: “12 Years A Slave”

Qui sotto vi mostriamo alcune foto della serata.

The following two tabs change content below.

Michela Langella

Studentessa universitaria e grande appassionata di cinema. Su The Voice Over si occupa della sezione Premiere ed Eventi.

Rispondi